venerdì 18 febbraio 2011

L'ennesima frana...

L'articolo della Gazzetta di oggi riporta come ancora una volta, dopo una giornata di pioggia, tonnellate di terra e sassi hanno nuovamente invaso ed interrotto la strada SP28 che collega Bardi a Varsi.
Contemporaneamente all'evento è sorto un gruppo su Facebook che sostiene il progetto, vecchio e sempre più attuale, di una vera fondovalle per evitare il pericoloso e costoso tratto di strada quotidianamente interessato da frane, caduta pietre, ghiaccio ecc ecc.

Iscriviti e condividi anche tu!




Come funziona il Forum

Utilizzare il forum è semplicissimo!


Nella tabella troverai i link agli argomenti attivi a cui potrai commentare subito:

Subito sotto al commento iniziale vi saranno i messaggi lasciati da altri utenti e il link al modulo per l'inserimento del proprio:


Immediatamente si aprirà una finestra in cui poter inserire il messaggio ed il nome o nikname di chi scrive.

Premendo sul tasto arancione il commento sarà immediatamente pubblicato e visibile nella pagina dell'argomento scelto.

Per proporre un nuovo argomento, invece, occorre premere su "Proponi" tasto azzurro e compilare il modulo di contatto. Una volta approvato dallo staff, verrà inserito nella lista degli argomenti attivi e sarà possibile visualizzarlo e commentarlo da parte di tutti!


sabato 5 febbraio 2011

Progetto abbandonato

Per cause di forza maggiore da imputare al carattere intrinseco di gran parte degli abitanti di Bardi il progetto è definitivamente chiuso.


Cronaca dei fatti->

Dopo una massiccia campagna di diffusione informativa circa il progetto di installare una webcam panoramica a Bardi, sono stati pochissimi e quasi tutti non propriamente del paese quelli che si sono fatti avanti.
Mi sembra giusto elencarli in modo generico:
  • Un commerciante di bassa via Pietro Cella
  • Una famiglia di Casanova
  • Due gestori di due bar del paese
  • Un privato di Parma
  • Un privato di Reggio Emilia
  • Un privato di Milano
  • Un sostenitore di Gravago
Queste sono le sole persone che devo sentitamente ringraziare per avermi sostenuto, perlomeno moralmente, incitandomi ad andare avanti.
Sebbene il numero degli aderenti fosse basso rispetto al potenziale, mi sono informato su come procedere in merito alle licenze e le autorizzazioni, nonchè i costi fiscali, per rendere operativo il progetto e l'inserzione delle pubblicità che avrebbero coperto le spese.
Ma siccome siamo in Italia il commercialista mi ha vivamente sconsigliato di fare una cosa del genere perchè i costi, a fronte delle entrate possibili dei pochi sostenitori, sarebbero stati di gran lunga maggiori.

Determinato comunque a portare a termine l'opera, ho abbandonato l'idea delle pubblicità acquistando a mie spese tutto il materiale e le attrezzature lowcost necessarie per produrre l'immagine panoramica esternamente al mio condominio, puntata sul Castello. Dopo una settimana di fase di test alle temperature esterne ed al funzionamento continuo con immagini prodotte ogni 30 secondi, ho preparato il tutto per posizionare la webcam esternamente sul tetto del condominio dove risiedo. 
Ostacolato per l'ennesima volta, mentre portavo definitivamente a termine il progetto, mi è stato vietato (salvo poi consentito con assurde limitazioni) di salire sul tetto, del condominio, per installare la webcam.

Pertanto dopo aver faticato, speso denaro, perso tempo e soprattutto accumulato parecchio nervoso ho deciso di abbandonare anche questo progetto.

A Bardi è molto difficile fare qualcosa di nuovo, utile al turismo, moderno e diverso quindi vi lascio un consiglio:

Se avete in testa un idea innovativa, interessante, utile e moderna continuate a seguirla e fate di tutto per renderla reale, MA NON A BARDI !!!


Un saluto a tutti!
Lorenzo Foini



Anche tu vorresti una webcam esterna panoramica per il tuo paese o per una tua personale locazione? Contattaci e ti daremo informazioni utili su come agire!

Clicca qui per Scriverci